Banche per fare trading

Il trading online è un settore professionale, da svolgere in autonomia dal proprio pc o dispositivo mobile, che sta prendendo sempre più piede, sia come lavoro utile ad arrotondare lo stipendio sia, per i più esperti, come vera e propria professione.

Fare trading servendosi dei siti bancari

Le possibilità per diventare un trader online sono due:
– affidarsi ad una piattaforma specializzata in trading online
– utilizzare la piattaforma delle banche per fare trading, scegliendo quella in cui si ha il proprio conto corrente

La scelta della piattaforma bancaria offre possibilità di utili leggermente inferiori, ma dà più garanzie di protezione e di perdite importanti. Scegliere questa soluzione è un’opzione consigliata ai neofiti del settore, che potranno, in seguito, dopo aver acquisito un po’ di esperienza, spostarsi, eventualmente, su una piattaforma più remunerativa ma più rischiosa.

Cosa offrono le piattaforme di banche per fare trading?

In generale, tutte le piattaforme create dalle banche fruibili per il trading online, offrono le stesse opportunità delle piattaforme tradizionali per trading, ma con l’aggiunta di strumenti di controllo, assistenza e protezione maggiore. Operano quasi sempre con strumenti supportati da leva finanziaria.

Le banche per fare trading, sulle loro piattaforme, consentono di lavorare su mercati azionari, su fondi, forex, futures, titoli. Assicurano un’ottima assistenza all’utente e mettono a sua disposizione demo didattiche, account per fare pratica, strumenti che monitorino il suo conto e notifichino in tempo reale situazioni a rischio.

Inoltre, sulle piattaforme bancarie per il trading, si ha l’accesso a strumenti di suggerimento, di analisi dettagliata e di grafici per essere facilitati nella scelta degli investimenti da fare.

Per approfondimenti segui questa guida presente al seguente link www.tradingonlineguida.com

Quali sono le banche per fare trading?

Non tutte le banche si sono uniformate alla nuova tendenza del trading online ma numerosi istituti di credito, invece, sembrano credere fortemente in questo settore ed offrono siti facilitati e con assistenza all’utente per lanciarsi in questo mondo. Tra questi, figurano anche nomi importanti e molto conosciuti a livello nazionale di banche per fare trading:

– Intesa San Paolo, che ha creato la piattaforma Trading+
– Monte Paschi di Siena, con la piattaforma MPS Paskey Internet Banking
– Ubi Banca, con la sua piattaforma Qui Ubi Trading
– Fineco, che mette a disposizione del trading online un’apposita sezione, a cui si accede dal proprio profilo online
– Mediolanum, con la piattaforma My Trade

Questi sono i nomi più conosciuti ed altisonanti degli istituti bancari nazionali che consentono ed incentivano l’utente ad approcciarsi al mondo delle operazioni binarie e della professione del trader online.

Altre banche per fare trading

Altre banche, ad ogni modo, hanno seguito l’esempio dei colossi del settore ed esistono, quindi, nuove possibilità per i clienti dei seguenti istituti:

– Veneto Banca, con la sua piattaforma per trading Claris Banca Online
– Bcc, la cui piattaforma dedicata al trading si chiama Bcc For Web
– Banca Popolare di Milano, con il recente lancio di BPM Bankig
– Allianz, sulla piattaforma Allianz Bank Trading Online
– WeBank, l’ultima assunzione di BPM, in rete per il trading con la piattaforma Webank Trading Online

Inoltre, sono in rete e già in funzione, garantendo tutte le caratteristiche sovrapponibili delle altre piattaforme di banche per fare trading, i siti per i correntisti di: CheBanca! che, sulla pagina “Yellow Advice” offre consulenze specifiche, Deutsche Bank, Unicredit ed Ing Direct.

Fare trading con Bancoposta

Poste Italiane, ormai, viaggia su concetti e filosofie sovrapponibili a quelle bancarie ed è un’istituzione molto utilizzata e ritenuta affidabile da un crescente numero di italiani, che scelgono le Poste Italiane in sostituzione all’istituto di credito tradizionale.

In perfetta linea con le banche per fare trading, anche Poste Italiane ha investito nel progetto del trading online al servizio della sua utenza ed ha aperto una piattaforma dedicata, molto funzionale, ben strutturata ed organizzata allo scopo.

Per accedervi, bisogna essere correntisti Bancoposta ed avere un conto abilitato per il deposito dei titoli. Tra i conti online, i due idonei all’accesso alla pagina TOL di Bancoposta, sono: BPOL o Banco Posta Click. Il servizio di trading online offerto da Poste Italiane è, forse, quello più conveniente in termini di costi e possibilità di utili. I rischi sono piuttosto limitati, al pari delle altre piattaforme bancarie di TOL.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *