borsa 2018

Borse sulle quali puntare nel 2018

Investire in borsa per ottenere un rendimento interessante, è una delle operazioni più difficili da effetturare poiché devono essere prese in considerazione differenti variabili.

Per fornire una panoramica esaustiva di quelle che possono essere le migliori opportunità di investimento in una borsa valori nel corso della restante parte di quest’anno, dobbiamo innanzitutto definire che cosa è una borsa, quali sono le variabili che si prendono in considerazione per poter considerare appetibile un investimento e, infine, stilare una graduatoria delle migliori borse.

Che cosa è una borsa valori

Nel linguaggio economico per borsa valori si intende un mercato regolamentato all’interno del quale vengono scambiati strumenti finanziari. Questi ultimi possono essere di diversa natura, come ad esempio azioni, obbligazioni, futures, options, covered warrants, certificates.

Tutte le contrattazioni avvengono in modalità telematica e sono caratterizzate dal fatto che a fronte di una domanda di un determinato asset finanziario corrisponderà sempre un’offerta e viceversa.

Fino a qualche anno fa per poter eseguire le operazioni di compravendita di strumenti finanziari era necessario rivolgersi ad una banca che svolgeva il ruolo di intermediario (broker) nell’attivtà di investimento.

Lo sviluppo della tecnologia e l’avvento di internet hanno reso possibile eseguire le operazioni di trading in completa autonomia, semplicemente avendo a disposizione un computer, una connessione internet e la registrazione ad un portale di un’agenzia di broker che permette l’operatività online. Per imparare a farlo in tutta sicurezza e per restare aggiornati sul mondo della borsa valori, si rimanda alla lettura di giocareinborsa.net.

Se questo ha comportato una semplificazione dell’azione pratica di investire in borsa, dall’altro comporta dei rischi maggiori se non si dispone di una buona strategia e di una sufficiente conoscenza di alcune dinamiche che riguardano i mercati finanziari.

Vediamo quindi come impostare una corretta strategia di investimento e capire in quali borse concentrare i propri capitali.

Come capire in quali borse investire nel 2018

migliori borse per investire

Nel momento in cui si dispone di un capitale che si è deciso di investire in borsa ci si pone il problema di identificare la borsa migliore nella quale concentrare gli investimenti. Sono diversi i parametri che possiamo utilizzare per arrivare alla nostra risposta.

Partendo dall’analisi dei dati relativi ad un periodo precedente di attività di una determinata borsa si può utilizzare il metodo caratterizzato dal rapporto tra media e varianza.

Questo metodo viene anche identificato come quello del rendimento pesato per il rischio e valuta tra due diversi investimenti come migliore quello caratterizzato da un rendimento migliore cui si associa un rischio minore.

Il metodo della media sulla varianza risulta particolarmente efficace soprattutto se viene abbinato ad una strategia che tende a creare un portafoglio di investimenti particolarmente diversificato.

L’utilizzo di questa tecnica permette sia di stabilire preliminarmente se determinate scelte di investimento eseguite fino ad un determinato periodo siano stati efficaci e, soprattutto, di prevedere quale potrebbe essere presumibilmente la tendenza, al rialzo o al ribasso, di un determinato portafoglio.

La previsione si basa su un andamento esclusivamente di carattere storico in base al quale se un determinato indice ha ottenuto delle buone performance in un determinato periodo, continuerà ad averle fino al momento in cui non si verificheranno avvenimenti che tenderanno a interrompere la performance di rendimento.

Le migliori borse del 2018 sulle quali investire

Se prendiamo come base per le nostre scelte il metodo appena illustrato, abbiamo modo di stilare una graduatoria delle migliori borse nelle quali andare a concentrare i nostri investimenti e le relative strategie.

La parte del leone come sempre viene svolta dalle borse americane e precisamente dalla borsa di New York e dai suoi principali indici, Nasdaq, Dow Jones e S&P500. Nonostante la congiuntura economica non proprio favorevole, questi indici hanno conosciuto un costante trend di apprezzamento.

Subito dopo la borsa di New York, un ottimo investimento riguarda quello in una borsa di un paese emergente, precisamente l’Indonesia. Da notare come le performance delle borse valori dei paesi emergenti siano in continua crescita attestandosi in almeno 3 casi (Indonesia, India e Australia) nelle prime 10 posizioni di queste speciale graduatoria.

Investimenti meno redditizi ma caratterizzati da un minore grado di rischio sono quelli nella borsa cinese e giapponese, le quali stanno conoscendo un rallentamento dei volumi scambiati, senza però per questo penalizzare eccessivamente il loro rendimento.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *