grafico trade

Mini guida su come iniziare a tradare su internet?

Trading on-line, linee guida

Se desiderate iniziare a fare trading on-line sicuramente avrete bisogno di conoscere i principali accorgimenti che riguardano il mondo del trading, qui di seguito alcuni suggerimenti che vi aiuteranno ad iniziare a tradare su internet. Sostanzialmente per fare trading on-line c’è bisogno di avere un buon collegamento ad internet e del denaro disponibile da investire sui mercati. 
Non è un lavoro per tutti, anzi molti lo fanno più per hobby e nel tempo libero, per cercare di arrotondare le proprie entrate.
Il trading on-line richiede molta disciplina, una buona concentrazione, resistenza allo stress e naturalmente la conoscenza delle principali strategie. Un buon trader deve essere preparato ad aprire e chiudere posizioni in base alle strategie che decide di intraprendere e non si affida mai al caso in quanto questo lo porterebbe sicuramente a perdite, ma studia specifici criteri in base ad ogni circostanza.
Chi invece decide di dedicarsi al trading on-line in maniera seria e a tempo pieno, può farlo diventare un vero e proprio lavoro , naturalmente dopo aver praticato il settore abbastanza a lungo da avere la giusta esperienza.

Basi e tecniche avanzate di trading

Si parte sempre dalla base e per farlo si devono prima studiare e capire i vari meccanismi del mercato, il che non è affatto semplice. Sarebbe utile conoscere le azioni principali e le possibili variazioni dei mercati, studiare alcuni testi e conoscere i broker migliori.
Il ruolo del broker è quello di fare da intermediario tra il trader ed il mercato, eseguendo gli ordini da voi espressi; naturalmente è importante scegliere broker autorizzati e conosciuti.

Piano d’azione, strategia e scelta della piattaforma

Come funziona il trading online? Il primo passo è quello di leggere un buon testo e pianificare un piano d’azione, successivamente fissare degli obiettivi da perseguire nel tempo. Dopo un accurato studio e una minima conoscenza il trader principiante potrebbe iniziare ad affrontare il mercato partendo dalle piattaforme consigliate dai broker. 
Esistono piattaforme di negoziazione che potrete usare per simulare le operazioni senza spendere soldi reali ma utilizzando denaro virtuale, per rendervi effettivamente conto delle operazioni pratiche e delle notizie che vi serviranno una volta passati nel mondo del trader reale. 
Qui potrete attuare una vostra strategia grazie a queste piattaforme gratuite che servono proprio a imparare a fare trading, con la simulazione delle operazioni potrete testare direttamente sul campo e sperimentare il meccanismo migliore.
D’altra parte ci sono pro e contro di avere un conto gratuito, in quanto se si parla di vantaggi possiamo pensare a quello di evitare di perdere soldi in caso di errore, avendo allo stesso tempo l’occasione di valutare la piattaforma.
Inoltre la possibilità di sperimentare strategie e tecniche, imparare tutto ciò che serve per quanto riguarda gli scambi commerciali ed acquisire un minimo di esperienza per passare al trading reale.
Gli svantaggi invece sono semplicemente due:
  1. quello di non ricevere il denaro accreditato in quanto virtuale
  2. il fatto che alcuni broker richiedono un deposito iniziale seppur minimo.

Trading reale e rischi

Alla base del trading vi è lo studio dei grafici e dell’analisi tecnica, entrambi punti essenziali per individuare le variazioni delle quotazioni, gli indici, tutte le azioni in tempo reale ed infine gli stock.
Bisogna impostare degli indicatori per avere traccia nell’analisi storica, in modo da aiutarvi a cogliere ogni opportunità il profitto.
Dopo aver scelto il broker andate sul suo sito, registratevi compilando il form e scaricate la piattaforma. Sicuramente si tratta di un settore molto rischioso soprattutto per i principianti per questo non bisogna sottovalutare il fatto di scegliere un buon broker di affidarsi a lui all’inizio.
Non affidatevi al vostro istinto o all’entusiasmo iniziale ma ricordatevi che bisogna fare molta esperienza prima di iniziare a guadagnare davvero. I mercati sono molto flessibili e dovrete essere pronti a prendere decisioni delicate molto velocemente.
Sarebbe inutile rischiare di perdere grosse cifre all’inizio della vostra esperienza ed è importante invece aspettare il momento favorevole non operando tutti i giorni sul mercato. Nel mondo del trading infatti essere inattivi non corrisponde a stare fermi ma bensì ad aspettare il momento giusto, ciò significa attendere che il mercato migliori.

Perdite e profitti

I mercati sono aperti tutto l’anno, praticamente circa 250 giorni e per circa la metà di essi potrete trovare delle azioni e dei movimenti che vi sembrano più chiari quindi è consigliabile operare solo in quei giorni non rischiando inutilmente di perdere denaro.
Utilizzare intervalli temporali grandi: adeguare la strategia che vogliamo adottare insieme a livello di stop loss. Questo riguarda il rapporto perdite/profitti ed è importante stabilire sempre una perdita massima accettabile che di solito è il 3% dell’importo investito in ogni operazione ed un guadagno minimo che si vuole raggiungere, almeno del 12% in più.
In questo caso il rapporto perdite/profitti sarà di 3/12 quindi del tutto ragionevole. Ogni trader può scegliere di guadagnare anche solo 10 tick al giorno (la variazione di prezzo più piccola su un determinato titolo).
Per un trader principiante questa mossa potrebbe risultare sufficiente.
È sconsigliato un eccesso di operatività, cioè l’over trading in quanto senza esperienza sarebbe molto facile perdere tutto ciò che si è guadagnato. La qualità delle operazioni è un altro punto importante i da considerare, infatti bisognerebbe aprire operazioni sistematiche e studiate per evitare di perdere denaro.

Principali strategie di trading

Ogni trader deciderà la strategia migliore da applicare. I fattori da tenere in considerazione sono il tempo, il capitale e la resistenza allo stress. Le tre principali strategie, ovvero quelle più popolari e preferite dalla maggior parte dei trader sono:
  1. il trading day
  2. il position trading
  3. il trading a brevissimo termine.
Quando si parla di day trading o intraday si indica una strategia che consiste nell’acquistare o vendere più attività nello stesso giorno. Consigliata sicuramente a chi ha molto tempo libero in quanto per attuare questa strategia è importante tenere sempre d’occhio mercato, monitorarlo e decidere abbastanza velocemente se è il caso di vendere oppure comprare, approfittando dei rialzi o dei ribassi del prezzo al momento.
Sicuramente è la strategia più diffusa ma come le altre anch’essa presenta dei vantaggi e degli svantaggi. I vantaggi sono:
  • aprire e chiudere una posizione in una giornata senza rischiare di avere posizioni aperte overnight;
  • ricevere utili immediati nonché la possibilità di chiudere all’istante una posizione che perde punti.

Day Trading

Il day trading non lascia che il trader corra il rischio gap down, cioè che l’azione aperta il giorno seguente avrà un prezzo più basso rispetto al giorno prima.
Tra gli svantaggi principali troviamo una forte resistenza allo stress, avere molto tempo libero e gestire situazioni che cambiano da un momento all’altro.

Position Trading

Il position trading è la strategia a medio e lungo termine e riguarda tutte le posizioni mantenute aperte per più di 24 ore. In questo caso un’azione si può mantenere aperta per giorni o addirittura settimane aspettando il momento del rialzo. Per fare position trading è importante avere esperienza e saper effettuare una buona analisi macroeconomica, utilizzando i grafici giornalieri e quelli a quattro ore. I vantaggi del position trading sono sicuramente i guadagni ed il poco tempo da dedicare. Tra gli svantaggi invece c’è il rischio di mantenere un’attività aperta al lungo non sapendo esattamente se questa avrà un effettivo rialzo.

Trading a breve termine

Il trading a brevissimo termine infine è quella strategia che si sviluppa in pochissimi minuti e che offre guadagni sicuramente più bassi; inoltre bisogna puntare sull’effetto leva. Non c’è bisogno di investire cifre alte ma un elemento importante è quello di avere esperienza e fare mosse intelligenti.
I vantaggi sono le tante operazioni in una sola giornata e gli svantaggi invece riguardano il forte stress e l’alto rischio di perdita nel caso in cui le operazioni non vadano bene.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *