cessione_del_quinto

Tutte le informazioni da sapere prima di chiedere la cessione del quinto

Che cos’è la cessione del quinto?

La cessione del quinto della retribuzione o della pensione è un tipo di prestito a tasso d’interesse fisso, rivolto ai lavoratori dipendenti assunti a tempo indeterminato, in ambito privato o pubblico, fra i 18 e i 63 anni di età e residenti in Italia, e ai pensionati che non superino i 79 anni di età.

Tuttavia, in quest’ultimo caso la data di scadenza per la completa estinzione del finanziamento non deve superare il giorno in cui il pensionato che richiede il prestito compia 86 anni; infatti, è previsto un limite massimo di 85 anni di età.

In particolare, tale finanziamento è chiamato “cessione del quinto” perché il valore della rata di rimborso a cadenza mensile non può oltrepassare un importo pari a 1/5 dello stipendio o della pensione; tale importo, dunque, equivale al 20% della retribuzione mensile in busta paga al netto delle varie ritenute e al 20% della cifra presente sul cedolino della pensione.

È bene evidenziare che la cessione del quinto è un prestito garantito, quindi è più semplice ottenerlo nel rispetto dei requisiti richiesti in confronto ad altre forme di finanziamento, anche se il proprio passato nella sfera creditizia è imperfetto.

A tal proposito, per chi sia interessato a questo tipo di prestito a tasso fisso, ecco di seguito tutte le informazioni da sapere prima di chiedere la cessione del quinto.

Quali sono le informazioni da conoscere prima di chiedere la cessione del quinto?

Una peculiarità della cessione del quinto molto importante è che il rimborso delle rate mensili al soggetto erogatore del prestito viene eseguito dal datore di lavoro con una trattenuta automatica direttamente in busta paga, nel caso il richiedente del finanziamento sia un lavoratore dipendente.

Altrimenti, il rimborso mensile viene eseguito dall’INPS o da un altro ente pensionistico con addebito nel cedolino della pensione, se il richiedente della cessione del quinto è un pensionato. In merito a tale prestito, occorre porre l’accento sul fatto che prima di richiedere la cessione del quinto è opportuno conoscere delle informazioni rilevanti per non avere cattive sorprese.

Fra tutte le informazioni da conoscere, è utile evidenziare, ad esempio, che:

  • la stipulazione del contratto di finanziamento con cessione del quinto fra l’ente finanziatore e il cliente prevede, allo stesso tempo, la sottoscrizione di una polizza assicurativa obbligatoria per legge sul rischio vita per i pensionati e di due assicurazioni obbligatorie per i lavoratori dipendenti, ossia una polizza rischio impiego e un’assicurazione rischio vita.
    Difatti, il pensionato e il lavoratore dipendente potrebbero morire prima di aver rimborsato completamente il prestito; inoltre, il lavoratore dipendente potrebbe perdere l’occupazione;
  • il costo dell’assicurazione rischio vita e /o rischio impiego verrà sottratto dal finanziamento ad opera dell’ente finanziatore;
  • la polizza rischio impiego prevede la rivalsa da parte della compagnia assicurativa sul TFR del cliente debitore in caso quest’ultimo perda il lavoro; tuttavia, senza superare il valore massimo del trattamento di fine rapporto accumulato fino a tal momento;
  • per tutta la durata del prestito, il lavoratore dipendente non potrà richiedere degli anticipi sul TFR;
  • la somma massima che è possibile richiedere in prestito è pari a 000 euro; tuttavia, l’ammontare del finanziamento si ricollega all’anzianità lavorativa del dipendente, al suo TFR e allo stipendio che questi percepisce;
  • la rateizzazione del finanziamento con cessione del quinto prevede una durata che parte da un minimo di 24 mesi, cioè 2 anni, fino ad arrivare a un massimo di 120 mesi, ossia 10 anni;
  • i pensionati possono richiedere il prestito con cessione del quinto soltanto se l’importo mensile della loro pensione al netto della quota cedibile supera i 507,42 euro;
  • i lavoratori dipendenti che hanno ottenuto la cessione del quinto possono richiedere anche un altro prestito detto delegazione di pagamento; tuttavia, la somma complessiva delle due rate mensili da pagare non può oltrepassare i 2/5 della retribuzione netta, pertanto non può superare il 40% dello stipendio netto;
  • il finanziamento con cessione del quinto può essere estinto in via anticipata in qualsiasi momento;
  • l’azienda in cui lavora il dipendente richiedente della cessione del quinto deve essere assicurabile; pertanto, l’assicurazione deve esprimere un giudizio favorevole sulla stessa;
  • è possibile rinnovare la cessione del quinto una volta superato il 40% della durata del piano di rateizzazione per rimborsare il prestito;
  • il datore di lavoro non può rifiutarsi di provvedere alla cessione del quinto per i suoi lavoratori dipendenti assunti a tempo indeterminato.

Qual è la documentazione necessaria per chiedere il finanziamento con cessione del quinto?

Per chiedere il finanziamento con cessione del quinto è necessario presentare la seguente documentazione:

  • il codice fiscale;
  • la carta d’identità;
  • l’ultima busta paga o il più recente cedolino della pensione;
  • la Certificazione Unica del lavoratore dipendente, ossia il documento fiscale che ha sostituito il modello CUD;
  • l’autorizzazione della propria azienda;
  • la delega firmata dal dipendente per autorizzare il datore di lavoro a procedere con le trattenute in busta paga.

Che cosa inserire nei moduli online per paragonare più preventivi di cessione del quinto?

Fra le diverse informazioni da inserire nei moduli online per calcolare e confrontare i vari preventivi di cessione del quinto (come ConvieneOnline.it), bisogna specificare:

  • se si è un lavoratore dipendente, in ambito privato o pubblico, oppure un pensionato;
  • l’importo del prestito che si desidera richiedere;
  • la durata del finanziamento;
  • l’assicurazione;
  • lo scopo del prestito;
  • la data di nascita;
  • la data di assunzione;
  • il tipo di contratto;
  • l’occupazione lavorativa;
  • la provincia di domicilio.

Quali informazioni deve includere il contratto per la cessione del quinto?

Il contratto per la cessione del quinto deve includere le seguenti informazioni:

  • l’importo del finanziamento;
  • tutte le condizioni del prestito;
  • il tasso d’interesse fisso;
  • l’interesse di mora per i ritardi nei pagamenti delle rate;
  • il piano di rateizzazione comprensivo del numero, del valore e delle date di scadenza delle varie rate;
  • il TAEG inclusivo delle spese accessorie;
  • l’ammontare di tutti gli oneri e la loro causale;
  • i requisiti richiesti;
  • i dati assicurativi.

Per terminare, è opportuno evidenziare che, prima di chiedere la cessione del quinto, è utile comparare i parametri TAN e TAEG, per calcolare il costo del finanziamento e scoprirne la reale convenienza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *